Creare un nuovo prato in pochi semplici passi

Creare un nuovo prato in pochi semplici passi

È possibile creare un nuovo prato dalla primavera all'autunno. Tuttavia, l'intensità delle cure varia notevolmente a seconda della temperatura e del tempo.
In estate, quando le temperature sono elevate, attenzione e acqua sono importanti per una crescita sana.
Se si semina troppo presto si rischia che la temperatura del terreno scenda sotto i 10 gradi e che il seme non germogli.
Il periodo migliore per la semina è tra metà aprile e fine maggio o a settembre, quando la temperatura del terreno è stabile e il rischio di gelate è basso.
Quando si sceglie il miglior miscuglio di sementi per il prato, sono molti i fattori da considerare. Il terreno, il tempo a disposizione per la manutenzione e lo stress del prato sono solo alcuni di questi. Anche le circostanze esterne, come la percentuale di zone d'ombra, possono giocare un ruolo importante.
Ad esempio, se si riceve poco sole a causa di alberi o edifici adiacenti, esistono miscele di sementi speciali per prati all'ombra. Le aree molto frequentate richiedono varietà di prato robuste per rimanere verdi e rigogliose a lungo.
Offriamo un'ampia scelta di miscele di sementi appositamente adattate alle vostre esigenze.

È tempo di mettersi al lavoro!

Passo 1: Rimuovere le erbacce!

Prima di creare il tuo nuovo prato, è necessario avere una superficie pulita. Devi eliminare le erbacce e assicurarti che le loro radici non sopravvivano. Rimuovi le erbacce a mano (eventualmente con uno strumento apposito per la rimozione delle erbacce) o con un diserbante autorizzato. Se utilizzi un diserbante chimico, assicurati che non influisca sui nuovi semi, altrimenti impedirà loro di germogliare.

Passo 2: Rimuovere il vecchio prato

Rimuovi il vecchio prato. Questo lavoro è faticoso, ma ne vale la pena. Se desideri posare un nuovo prato sopra un vecchio prato infestato dalle erbacce, è meglio rimuoverlo con un aeratore per prato.

Passo 3: Arare e livellare il terreno

Dopo aver rimosso il vecchio prato, è il momento di arare il terreno e livellarlo. Per l'aratura, si consiglia di raggiungere una profondità di 20-25 cm. È preferibile utilizzare un motocoltivatore. Fare tutto a mano può essere un compito impegnativo. Dopo aver arato il terreno, lascialo riposare per una o due settimane. Questa finestra di due settimane è essenziale per ottenere risultati ottimali, poiché darà alle eventuali erbacce rimanenti nel terreno il tempo di rinascere. Rimuovile a mano e livella la superficie con un rastrello o un attrezzo per livellare. Questo è anche il momento per prendere in considerazione il tipo di terreno. L'aggiunta di miglioratori del terreno come il compost ben decomposto (senza erbacce) aiuterà a migliorare il drenaggio dei terreni argillosi e la ritenzione dell'umidità dei terreni sabbiosi. Quindi, utilizza un rullo per ottenere una superficie del terreno piatta e uniforme.

Passo 4: Fertilizzare il terreno

Aiutate i vostri nuovi semi a germogliare e a radicarsi fertilizzando il terreno prima della semina. Utilizzate il concime per prato "Starter" di Lerava, che rinforza le radici delle piante e migliora la crescita durante la semina del prato. Si consiglia di utilizzare il concime "Lerava Starter" in combinazione con i semi per prato, applicandolo due volte l'anno, con una dose di 50 g/m² per la rigenerazione e di 70 g/m² per la semina.

Passo 5: Seminate il vostro nuovo prato

Seminate il nuovo seme per prato. Se avete un piccolo prato, potete spargere i semi a mano. Per aree più grandi, è consigliabile utilizzare un diffusore.

Passo 6: Compattate i semi d'erba

Per garantire una germinazione ottimale, è importante compattare saldamente i semi d'erba sulla superficie del terreno. Per fare ciò, potete utilizzare un rullo per prato o premere i semi con i piedi, soprattutto se avete un prato di piccole dimensioni. Il contatto diretto tra i semi e la superficie del terreno è fondamentale per evitare che i semi vengano spazzati via dalla pioggia o dall'irrigazione.

 

Passo 7: Irrigazione!

Per garantire un'irrigazione uniforme e la germinazione dei semi, è consigliabile effettuare irrigazioni leggere quattro volte al giorno anziché irrigare abbondantemente una volta al giorno. In questo modo si evita di disturbare i semi e di distribuirli in modo disomogeneo. Si consiglia di irrigare quotidianamente fino alla germinazione dei semi, che di solito impiega circa due settimane.

Passo 8: Riparare le zone calve

Nonostante i vostri sforzi, è possibile che durante la semina alcuni semi si siano spostati e che si notino alcune zone calve sul vostro nuovo prato. È consigliabile attendere due settimane dopo la germinazione per verificare se effettivamente ci sono zone calve. In caso positivo, è possibile riparare queste zone risedendo con nuovo seme. SUGGERIMENTO: Quando acquistate il seme per prato, è consigliabile comprarne il 10% in più rispetto a quanto effettivamente necessario. In questo modo avrete la possibilità di effettuare una risemina in caso di necessità.

Passo 9: Taglio del prato

È consigliabile attendere 21 giorni dopo la germinazione dell'erba prima di iniziare a tagliare il prato. Durante questo periodo, evitate di camminare sulle nuove piante di erba. Durante il taglio, è importante non tagliare più di un terzo della lunghezza della foglia d'erba, poiché potrebbe indebolire la pianta. Se desiderate un prato più corto, aspettate alcuni giorni e tagliate un altro terzo della lunghezza. Un taglio ogni 3-5 giorni favorisce una crescita più veloce del prato.

Passo 10: Protezione del prato

È consigliabile evitare di camminare sul prato durante l'intera prima stagione, al fine di evitare danni alle giovani piante sensibili. Concedete al prato alcuni mesi prima di iniziarne l'utilizzo e vi ricompenserà con molti anni di bell'aspetto verde.

Scopri di più

Irrigazione per il prato esistente
Loietto perenne: tutto quello che c'è da sapere